Categorie
Amministrative 2020

NOI #senigalliattiva tutti solidali per Ezio

La storia di Ezio Micciarelli, 57enne senigalliese, tetraplegico dalla nascita, fa contemporaneamente rabbia e tenerezza. Per combattere la scarsa circolazione venosa delle gambe, Ezio – figlio d’arte che vive in un’abitazione ricca di comfort lasciatagli in eredità dal padre – ha bisogno di cure appropriate, con terapie che richiedono anche 3 ore al giorno. Nello specifico del trattamento decongestivo combinato. Alcuni centri se ne occupano solo attraverso il linfodrenaggio che rischia di penalizzarlo. Mentre le carenze del sistema venoso si possono combattere, il sistema linfatico non si può recuperare e le gambe diventano sempre più pesanti. Il signor Micciarelli, in cura all’ospedale regionale di Torrette presso il primario fisiatrico Maurizio Ricci spera nell’attesissima convenzione con un apposito centro a Numana che se ne occupa in maniera appropriata, che però slitta continuamente. E così aumentano spese e disagi. A partire dal costo dell’ambulanza per farsi trasportare a Torrette. Ezio non si rassegna e chiede di poter spiegare il suo caso al presidente della Regione Marche.